Riconversione di aree dismesse e produzione di idrogeno verde per l’industria. Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica prende i proverbiali due piccioni con una fava annunciando un finanziamento per 450 milioni di euro da destinare alla realizzazione delle Hydrogen Valley italiane.

Produzione di idrogeno verde in aree industriali dismesse

Il decreto direttoriale con cui il MASE dà il via libera alla realizzazione delle Hydrogen Valley è stato pubblicato a fine dicembre sul sito del Ministero. “Si tratta di un investimento PNRR con cui intendiamo sostenere la produzione di idrogeno verde in aree industriali dismesse, soprattutto del sud Italia, con il duplice obiettivo di convertire gli stabilimenti inutilizzati e favorire la crescita delle fonti energetiche rinnovabili”, spiega il viceministro dell’Ambiente, Vannia Gava. “L’idrogeno verde sarà direttamente utilizzato nell’industria, nelle PMI e nel trasporto locale – continua - promuovendo così la crescita economica locale in un’ottica di decarbonizzazione e maggiore sostenibilità”.

Le risorse messe in campo ammontano a 450 milioni di euro più altri 50 milioni per i cosiddetti “progetti bandiera”. Al provvedimento è allegato anche il bando tipo che le Regioni e le Province autonome possono utilizzare per la concessione dei finanziamenti. Gli appalti verranno aggiudicati entro il primo trimestre del 2023.
Oltre ai fondi per gli impianti di produzione di idrogeno verde, il Ministero assegnerà 2 miliardi di euro per l’utilizzo dell’idrogeno nell’industria hard-to-abate, contribuendo così alla progressiva decarbonizzazione di settori come l’acciaio, il cemento, la carta o la chimica.

Immagine: Karel Vh (Unsplash)