L’economia circolare sarà ben rappresentata alla Milano Design Week, che torna dal 4 al 10 settembre come tradizionale completamento del Fuorisalone. Uno degli alfieri della circolarità sarà l’associazione Giacimenti Urbani, che partecipa presentando i progetti No-Pla.com, per “deplastificare” il futuro del pianeta, e Re-BikeMi, un concorso di idee per riciclare gli scarti delle biciclette rottamate.

No-pla.com: idee per liberarsi dalla plastica

Sotto il titolo No-pla.com, l’associazione Giacimenti Urbani, che dal 2014 si occupa di promuovere l’economia circolare in tutte le sue forme, ha raggruppato una serie di iniziative per ridurre l’utilizzo e lo spreco di plastica e la sua dispersione nell’ambiente. Si tratta, in particolare, di due progetti finanziati dal bando Cariplo Plastic Challenge: NoPlà AGain, riutilizzare è un vantaggio per tutti, che prevede la sperimentazione di contenitori riutilizzabili in bar e ristoranti, come alternativa all’usa e getta; Noplà, facciamo esercizio contro la plastica monouso, che attiverà la sperimentazione di contenitori riutilizzabili in alcuni negozi milanesi Naturasì e la promozione dell’acqua pubblica al posto dell’acqua in bottiglia.
Entrambi i progetti saranno presentati nel corso di un talk, il 6 settembre alle ore 10 presso il Liceo Tito Livio di via Circo 4, nel cuore della Design Week milanese.
Qui sarà anche allestita la mostra
Deplastic, azioni e buone pratiche contro l’abuso di plastica, un excursus sui danni della plastica monouso e sulle soluzioni per liberarci di questa piaga per l’ambiente.

Re-BikeMi: cosa fare con le bici rotte?

Il 6 settembre sarà anche la data di lancio del concorso di idee Re-BikeMi, rivolto alle Università e ai dipartimenti di design internazionali.
Il
servizio Bikemi per la mobilità urbana sostenibile conta a Milano 320 stazioni e 5.430 biciclette. Che cosa fare delle componenti non più utilizzabili per la loro funzione primaria quando si rompono? Questa è la domanda che l’associazione Giacimenti Urbani, ATM e Clear Channel in collaborazione con T12LAB rivolgono agli studenti di design. Lo scopo è raccogliere idee e progetti per dare nuova vita alle componenti delle biciclette non più utilizzabili, trasformandoli in nuovi oggetti di design, secondo i principi dell’economia circolare. Obiettivo del concorso è creare una nuova linea di prodotti di Atm/ClearChannel da destinare a clienti e fornitori. Hanno già espresso il loro interesse l’accademia di Brera, l’Istituto Europeo di Design, la Nuova Accademia di Belle Arti e Raffles Milano.
A partire dalla presentazione del 6 settembre, ci sarà poi tempo
fino al 20 Febbraio 2022 per inviare i progetti e gli elaborati.