C’è un nuovo modo, visionario, di intendere le costruzioni che si aggira per l’Europa. Basta dispendiosi e complessi cantieri, gestiti con modalità e saperi novecenteschi. Gli interventi di edilizia, siano case nuove o ristrutturazioni, saranno progettati e realizzati lontano dal cantiere, pre-assemblati in fabbrica e quindi montati in tempi ridotti nei siti prescelti, sfruttando sistemi robotici. È l’edilizia off-site. Tantissimi i vantaggi: dalla minimizzazione dello spreco di materia alla riduzione dei costi di costruzione e disassemblaggio (fino al 25-30% in meno), dalla facilità nell’estensione di vita dell’edificio, a tempi di cantierizzazione ridotti della metà (e quindi impatti minimi a persone e servizi), alla riduzione di emissioni nell’intero ciclo di vita de...