Oltre 1.270 miliardi di euro di valore della produzione e 7 milioni di lavoratori. Sono i numeri della bioeconomia nei cinque maggiori paesi dell’Unione europea (Germania, Francia, Italia, Regno Unito e Spagna), secondo l’indagine “La bioeconomia in Europa” condotta dal Centro Studi di Intesa Sanpaolo, il maggior gruppo bancario in Italia e uno dei maggiori in Europa, in collaborazione con l’Associazione italiana per lo sviluppo delle biotecnologie (Assobiotec). L’analisi, alla sua seconda edizione, è stata presentata lo scorso dicembre a Torino e ci consegna una fotografia del valore della bioeconomia in ciascuno dei cinque paesi presi in esame. Una fotografia che per il settore chimico è in parte reale e in parte solo potenziale: infatti non tutti i composti chimici c...